Borracce ecosostenibili: perché utilizzarle.

By 11 Aprile 2019Informazioni

Le borracce ecosostenibili, in alluminio o in vetro, sono la soluzione perfetta per ridurre drasticamente l’inquinamento ambientale da plastiche.

I rifiuti, i sacchetti e le bottiglie composte da questo materiale, mai come oggi si stanno accumulando nei mari, negli oceani e nel terreno generando gravissimi danni alla fauna ed alla flora di tutto il pianeta.

L’unico modo per invertire questo processo è collaborare attivamente ad azioni concrete di riduzione dell’uso dei classici prodotti usa e getta.

Ma è davvero necessario? Alcuni studi internazionali dimostrano proprio di si.

Rifiuti marini:  un’emergenza globale

bottiglie plastica inquinamento borracce ecosostenibiliSecondo uno studio effettuato dal The Ocean Conservancy dal 2001 al 2006 il 27,5 % dei rifiuti rilasciati nelle acque americane sarebbero costituiti da cannucce di plastica, il 10 % da sacchetti ed il 21% da bottiglie contenenti PET.

I dati dello studio confermano quelli registrati anche dalle Nazioni Unite per l’Ambiente nella ricerca ” Rifiuti marini: una sfida globale”.

I numeri registrati dalle Nazioni Unite sono decisamente allarmanti, soprattutto per quanto riguarda l’impatto sulla fauna.

Ad esempio, nel mare del Nord, è stata evidenziata l’ingestione di microplastiche nel 95% degli uccelli marini.

La produzione di plastica usa e getta

Nonostante i danni ambientali, ad oggi si producono ancora , ogni anno, 240 milioni di tonnellate di plastica.

Di questo enorme quantitativo solo il 3% circa viene riciclato. La metà serve a produrre imballaggi usa e getta.

L’Europa sta approvando leggi mirate a risolvere in modo integrato questa problematica, ma un’azione esclusivamente pubblica non è sufficiente.

E’ necessario mettersi in gioco nella propria quotidianità per contribuire attivamente alla riduzione dei rifiuti plastici.

Borracce ecologiche: soluzioni sicure per la salute ed amiche dell’ambiente

borracce ecosostenibili perché utilizzarleNoi di Risparmio Energetico, anche grazie alla collaborazione con Acqua Alma – Celli Group, sappiamo bene quanto sia indispensabile attivarsi concretamente per ridurre le microplastiche nelle acque di tutto il globo.

Come dimostrano i dati del The Ocean Conservancy l’uso dell’acqua in bottiglia è una delle cause più rilevanti di questa forma di inquinamento.

Le bottiglie d’acqua in materiale plastico possono nel lungo periodo rappresentare un rischio anche per la salute, perché, ad alte temperature o se riutilizzate, rilasciano antimonio nel liquido contenuto al loro interno.

L’antimonio è un elemento chimico cancerogeno di tipo 2B secondo l’International Agency for Research on Cancer (IARC), perciò , oltre una certa quantità può essere moderatamente pericoloso per la salute.

Viene da sé che sia necessario, per la propria salute e per il benessere del pianeta trovare soluzioni alternative all’acqua in bottiglia.

Borracce in alluminio e vetro ed acqua microfiltrata

Un modo efficace per bere in maniera più ecologica e sicura sono le borracce in alluminio o vetro e l’acqua microfiltrata.

La borraccia ecosostenibile, contrariamente alla bottiglia in plastica contenente PET è riutilizzabile per un tempo lunghissimo, non rilascia sostanze tossiche a contatto con l’acqua ed è riciclabile al 100% ed illimitatamente.

Dell’acqua microfiltrata si è già parlato innumerevoli volte; ad esempio durante l’ultimo incontro di Celli Group in associazione con l’accademia Niko Romito di Milano.

E’ un metodo di erogazione dell’acqua sicuro e privo di sapori sgradevoli, capace di rendere il momento del bere un attimo speciale, di rispetto dell’ambiente e della propria salute.

Leave a Reply